RASSEGNA STAMPA

Una produzione del Conservatorio “F. A. Bonporti” di Trento e Riva del Garda
realizzata con il sostegno del Comune di Riva del Garda

Immagine 5

Fiamma d’amore
Romanze da Camera su testi di Andrea Maffei
DISPONIBILE INTEGRALMENTE ONLINE

Musiche di G. Verdi, A. Randegger, A. Bazzini, T. Mattei, V. Lutti,
A. Mariani, F. Faccio, T. Benvenuti, C. Pinsuti, C. Macario, A. Panzini,
L. Gordigiani, L. Mililotti, S. Auteri Manzocchi, D. Fabiani

Serena Gamberoni, soprano
Paolo Antognetti, tenore
Giulio Mastrototaro, baritono
Nicola Ulivieri, basso
Corrado Ruzza, pianoforte

CONCERTO DI PRESENTAZIONE DEL CD
VENERDì 30 APRILE, ORE 18.30
MUSEO CIVICO DI RIVA DEL GARDA

Andrea Maffei (Molina di Ledro, 1798 - Milano, 1885), alta figura di traduttore e poeta, fu rivano d’adozione poiché a Riva del Garda soggiornò a lungo, coltivando un’ intima amicizia con la famiglia Lutti di S. Alessandro, nella cui villa riposano le sue spoglie. A partire dal prezioso fondo musicale Lutti, Corrado Ruzza ha condotto una ricerca inedita sull’influenza di Maffei in campo musicale extraoperistico, sia come committente sia come autore di liriche che ispirarono gemme del repertorio salottiero ottocentesco.

Immagine 7

Pasted Graphic 1

Fiamma d'Amore. Parole e Melodie per Canto nel salotto de’ Lutti a Riva del Garda
Museo civico di Riva del Garda
a cura di Marina Botteri e Corrado Ruzza
in collaborazione con Conservatorio di musica “F.A. Bonporti” Trento e Riva del Garda

L’iniziativa intende documentare il patrimonio musicale della famiglia de Lutti (circa 900 titoli, secondo un censimento ancora incompleto), eccezionale spaccato della cultura del XIX secolo e più in particolare della musica italiana ottocentesca, soprattutto vocale. Figure chiave attorno alle quali si ricostruisce la genesi della collezione sono il conte Filippo Capolini, musicista dilettante unito ai de Lutti da stretta parentela avendo sposato la sorella di Vincenzo de Lutti padre (1788-1854), e Vincenzo de Lutti figlio (1832-1896), le cui doti musicali erano sostenute ed orientate in particolare da Andrea Maffei (1798-1885), ospite assiduo della villa familiare di Sant’Alessandro. Vivace animatore sul piano culturale ed artistico del salotto de Lutti, il letterato d’origine ledrense, è fonte d’ispirazione anche nell’ambito musicale. Ne sono un esempio le Odi di Anacreonte, da lui tradotte e pubblicate in un volume impreziosito da illustrazioni di alcuni degli artisti legati a Maffei, tra cui Francesco Hayez, edito da Ricordi (Milano, 1874).
Oltre ai ritratti dei principali protagonisti di questa vicenda, immortalati da pittori che gravitavano intorno alla famiglia de Lutti (Giuseppe Craffonara, Luigi Sacco), sul piano figurativo questa mostra è impreziosita dalla presenza della poco nota opera di Antonio Puccinelli (1822-1897) con Lucrezia Borgia, dipinta sul principio del 1858, presentata a Firenze all’Esposizione Italiana del 1861 e prontamente acquistata da Andrea Maffei. La tela, raffigurante la duchessa di Ferrara nell’atto di mescere del vino avvelenato, trae origine dalla rinnovata fortuna che la complessa figura di Lucrezia aveva conosciuto a partire dal 1833, anno della pubblicazione del dramma romantico in prosa di Victor Hugo e della première del melodramma di Gaetano Donizetti su libretto di Felice Romani al Teatro alla Scala di Milano il 26 dicembre. Dimenticata per alcuni anni per non incappare in noie con la censura, l’opera donizettiana venne nuovamente allestita alla Pergola di Firenze nel 1836, dove incontrò un successo clamoroso: da quel momento Lucrezia ebbe larga diffusione, tanto da comparire nell’autunno nel 1865 in cartellone anche al neo-nato Teatro Sociale di Riva, istituzione sorta per iniziativa di una società patrocinata da Vincenzo de Lutti.

Domenica 2 maggio, ore 17.00
Museo Riva del Garda
nell’ambito dell mostra “Fiamma d’amore”
Concerto su musiche strumentali dal fondo De Lutti
Myriam Dal Don - violino, Piero Maestri - flauto, Anna Brandolini - pianoforte
Corrado Ruzza, pianoforte

Immagine 7

Lunedì 3 maggio, ore 15.30-19.00
Martedì 4 maggio, ore 9.00-12.00
CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA “F. A. BONPORTI” di Trento e Riva del Garda
col sostegno del Comune di Riva del Garda
CONVEGNO DI STUDIO
Andrea Maffei e la romanza vocale da camera dell’Ottocento
a cura di Paola Ciarlantini e Corrado Ruzza
Auditorium del Conservatorio “F. A. Bonporti”, 3-4 maggio 2010

PROGRAMMA
Lunedì 3 maggio – ore 15,30
- Saluto ai Convegnisti delle Autorità, del Direttore del Conservatorio “F. A Bonporti” M° Cosimo Colazzo e del Coordinatore della sede di Riva del Garda Prof. Franco Ballardini
- Introduzione del Presidente Prof. Paolo Fabbri
- Carlida Steffan La romanza da salotto italiana del primo Ottocento: testo e contesto
- Pinuccia Carrer Note femminili nella Milano dell’Ottocento
- Angelo Foletto Il cosmopolita «poeta assai distinto» Andrea Maffei tra Milano, il Trentino e Venezia
- Marina Botteri Andrea Maffei mecenate d’arte, collezionista e mediatore culturale in alcune corrispondenze inedite
- Conclusioni e dibattito
Villa Lutti a S. Alessandro – ore 19
Concerto per i Convegnisti Musica nel salotto Lutti, esecutori Paolo Antognetti e Corrado Ruzza
(per il pubblico esterno saranno accolte prenotazioni fino a esaurimento posti presso la Segreteria del Conservatorio “F. A. Bonporti”, tel. 0464-551669)

Martedì 4 maggio – ore 9,00
- Apertura dei lavori a cura del Presidente Prof. Paolo Fabbri
- Marta Marri Tonelli Andrea Maffei e il fascino della musica
- Franco Ballardini Vincenzo Lutti e la musica a Riva del Garda nel secondo Ottocento
- Paola Ciarlantini Il discepolo della molteplice Musa: la vocazione divulgativa di Andrea Maffei fra teatro, musica e poesia
- Corrado Ruzza La produzione vocale da camera su testi di Andrea Maffei
- Conclusioni e dibattito